Area gadget   Area per chi comincia   Area per i professionisti del web  

Premiaci con un click

Pubblicità



Google FriendConnect


mag 18

Parafrasando un noto film di Arbore, oggi mi inserisco in una discussione sull’argomento “Ma perchè scrivi un blog se hai detto che non ci puoi guadagnare?” ispirandomi ad un “fresco- freschissimo” (nel momento in cui scrivo) post del Tagliaerbe.

ffss

Il Tagliaerbe è uno dei più noti blogger tecnici nell’ambito dell’ advertising e Web Marketing del panorama italiano, ed oggi pubblica un articolo rispondendo alla domanda “Perchè continui a postare se hai detto che a fare i blog non si guadagna nulla?“.

Davide Pozzi risponde a questo quesito con quattro motivazioni a cui aggiungo anche il mio modesto parere.

1 – Per fissare i concetti più importanti
Certamente acquisire una nuova nozione e scriverne un riassunto è il modo migliore per farla propria (dopotutto è il trucco più efficace che possa usare uno studente universitario). A questo ci aggiungo che spesso io uso il blog come un improprio blocco notes, scrivendo post su quegli argomenti o su quei siti che voglio poi poter rintracciare velocemente con una breve ricerca sul mio blog. Ora la domanda “dove avevo visto quella cosa interessante?” ha sempre una sola risposta: “vado a cercarmela nel mio blog”

2 - Ogni singolo post è una sfida con i motori di ricerca
Concordo: periodicamente, come “ginnastica”, addirittura sfido me stesso nel tentare di superare blogger ben più quotati del sottoscritto nei risultati dei motori di ricerca relativamente ad una particolare frase spesso presa da un titolo del blogger concorrente. Ovviamente la sfida è tale se ci si compara con i ‘maestri’ del blogging italiano; uno dei miei primi tentativi, fu proprio contro Tagliaerbe: in settembre 2008, accortomi che avevo intrapreso una serie di articoli relativi a un report di technorati in contemporanea/concorrenza con il Tagliablog, provai a scriverne uno usando esattamente lo stesso titolo del tagliaerbe ovvero ”Come si blogga?“: ovviamente non lo superai nei risultati di ricerca, ma il secondo posto fu decisamente onorevole! ;-)
Ultimamente trovo particolare soddisfazione anche nel cercare titoli ‘accattivanti’ per il pubblico proveniente dai social bookmarks, OkNotizie in primis: il titolo di questo post, prova a competere proprio in quello.

3 – Il contributo dei lettori
Il feedback dei lettori, come strumento d’apprendimento, è veramente efficace: sia per imparare cose nuove, sia per capire cosa si sbaglia nell’esporre le proprie tesi: non sempre una nostra frase viene intesa con lo stesso significato che gli diamo noi; grazie ai commenti si impara a capire gli altri, passo fondamentale per imparare a farsi capire.

4 – Reputazione e Brand
Il succo probabilmente è tutto qui: il vero guadagno è, oltre un certo livello, in termini di immagine e reputazione. E immagine e reputazione vuol dire dare a se stessi un “plus” in termini di opportunità lavorative.

5- Imparare e sperimentare
Aggiungerei infine un quinto elemento, relativo per quanto mi riguarda a questo blog: ovvero è per Imparare e per sperimentare cose nuove, su una piattaforma che non essendo di un cliente, ti permette la possibilità di avere il sito down per qualche minuto oppure sfregiato da un orribile banner per qualche giorno. Tutta esperienza in più che non fa che crescere il tuo bagaglio. Per esempio, se prima di avere questo blog, non mi sarebbe mai passato per la testa di usare WordPress al posto di un CMS, ora sarebbe decisamente la prima soluzione che mi verrebbe in mente in molti ambiti.

Creative Commons License
Ma che blogghi a fare se non mi vuoi più bene? by Il Mondo dei Siti Web, unless otherwise expressly stated, is licensed under a Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 Italy License. Terms and conditions beyond the scope of this license may be available at www.mondositiweb.com.

Link sponsorizzati

One Response to “Ma che blogghi a fare se non mi vuoi più bene?”

  1. Bonaventure Senior Living Says:

    I believe that writing blogs is a great tool online.

Leave a Reply

Link

Ranking






Criteo & Blogcatalog